giugno: 2021
L M M G V S D
« Dic    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Ultimi articoli

Ultimi commenti

Rubriche

Pubblico dei lettori

 

rss

 

 

9 Gennaio 2007

Eventi

Pietre dell’Identità. Convegno a Lucca

Complesso Monumentale di S. Micheletto
15 Gennaio 2007

Invito Pietra della Identità______________________________________________________________

Click sull’immagine per ingrandire

Come nasce il Convegno
Il Convegno “Pietre dell’identità” si pone come momento “conclusivo” (e, contemporaneamente, di apertura verso l’esterno) del progetto territoriale interprovinciale “Pietre di Toscana” promosso dalla Regione Toscana (Assessorato alla Cultura, L.R. 33/2005, “Le età del presente”) nel 2006.
“Pietre di Toscana” è iscritto nel più ampio progetto e scenario culturale de “L’architettura di pietra” sostenuto dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Lucca e da Lucense Scpa, senza soluzione di continuità a partire dal 1999.
Fra i numerosi partner territoriali che hanno aderito al progetto “Pietre di Toscana”, la Fondazione Licia e Carlo Ludovico Ragghianti di Lucca è, in questa iniziativa specifica, istituzione scientifica di riferimento (il convegno si svolgerà nel centro congressi del San Micheletto, sede della Fondazione stessa) con il contributo culturale del suo direttore, Professor Vittorio Fagone, che ha condiviso le scelte progettuali del curatore del Convegno.
La Lucense è, invece, la struttura responsabile dell’organizzazione operativa dell’evento.
La titolazione del Convegno “Pietre dell’identità” accoglie l’incipit di un saggio di Salvatore Settis che ben esprime e sintetizza il baricentro concettuale e problematico intorno a cui si muove l’intero progetto regionale, nazionale ed internazionale de “L’architettura di pietra”.

Temi proposti
Attraverso il Convegno si intende enunciare e portare in evidenza il valore dell’identità – individuale e collettiva – posta in relazione agli “erosivi” processi di una società multiculturale e a quelli “smaterializzanti” di un economia sempre più globalizzata, evidenti anche all’interno del nostro stesso Paese.
Da tale assunto problematico generale la proposta per i relatori ufficiali invitati a Convegno è di indirizzare ed approfondire il senso e il significato contemporaneo del vasto e variegato patrimonio culturale dell’Italia fatto di paesaggi, città, architetture, monumenti, beni artistici, (ma anche di artefatti e prodotti tipici di qualità) di stili di vita “la cui unicità per gli italiani è motivo di identificazione e di orgoglio” (Salvatore Settis, “Le pietre dell’identità”, Il Sole 24 ore inserto culturale Domenica 13.11.2005).
Attraverso specifici focus – afferenti alle strategie di politica culturale e al diverso ruolo esprimibile attraverso discipline diverse quali archeologia, architettura, arte, new tecnology – si intende sottolineare nel Convegno la necessità, nello scenario complesso e globalizzato della società contemporanea, di una loro ricomposizione problematica e strategica.
Tema di fondo del Convegno “Pietre dell’Identità” è l’affermazione della necessità di transidisciplinarietà e di tensione verso la concezione di progetti culturali complessi per la politica culturale – e la stessa economia – dell’Italia.

Obiettivi
Finalità di “Pietre dell’identità” è di approfondire e dibattere il tema dell’identità culturale esplicitando, al contempo, il ruolo sociale e economico degli artefatti che ne stanno all’origine e che hanno fissato indelebilmente, attraverso la “nuda pietra”, il paesaggio antropizzato del Paese
Obiettivo del Convegno è ricondurre il “paesaggio di pietra” ad un orizzonte di intelligibilità, di riconoscimento e di “aggiornata” visione di messa in valore.
Il nuovo terreno di competizione delle società contemporanee avanzate è legato allo “sprigionarsi” di energie intellettuali abilitanti il patrimonio antico e contemporaneo (patrimonio materiale ed immateriale allo stesso tempo) che fanno leva sulla creatività e sull’innovazione culturale, sulla narrazione e la comunicazione, sulla new tecnology e aggiornate modalità di fruizione.
Molti dei tratti che “vestono culturalmente” prodotti e i servizi offerti all’interno dell’economia globalizzata – sempre più legata a transazioni esperienziali con fruizione diretta o differita – hanno a che fare con il contesto, con le tracce fisiche e simboliche espresse dai luoghi attraverso i linguaggi delle città, dell’architettura, dell’arte, della letteratura degli stili di vita.
E il territorio d’Italia da questa prospettiva non è secondo a nessuno quanto ad imponenza e diffusione di testimonianze sedimentate, quanto a qualità, suggestioni e a considerazione che riceve dal mondo intero.
È questo il capitale materiale ed immateriale di cui vorremmo – attraverso il Convegno – sottolineare l’importanza, soprattutto perchè agiamo culturalmente all’interno di una Regione come la Toscana chiamata, da decenni, a svolgere un ruolo da protagonista nel rappresentare l’Italia nel mondo intero.

Alfonso Acocella
Responsabile scientifico del progetto “Pietre di Toscana” e curatore del Convegno “Pietre dell’identità”


Pietre dell’Identità
15 gennaio 2007
Complesso di S. Micheletto

Via S. Micheletto angolo Via Elisa – Lucca

Per informazioni e iscrizioni al convegno:
Segreteria organizzativa del Convegno
LUCENSE

tel. 0583493616
fax 0583493617

piera.deluca@lucense.it

Mappa Lucca

Click sulla mappa per ingrandire

logo_traartlogo_portofranco

commenti ( 0 )

stampa

torna su