maggio: 2021
L M M G V S D
« Dic    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Ultimi articoli

Ultimi commenti

Rubriche

Pubblico dei lettori

 

rss

 

 

21 Giugno 2011

News

DOME
Cantiere didattico sperimentale


Clicca sull’immagine per ingrandire (foto di Davide Patanè © 2011)

Universita degli Studi di Catania – Facoltà di Architettura di Siracusa
Laboratorio di Progetto II – Prof. arch. Luigi Alini, e-mail: lalini@unict.it;

In collaborazione con AION
In PARTNERSHIP con
Ente Scuola Edile di Siracusa
Cassa Edile di Siracusa
Consorzio Universitario Archimede
ANCE – Siracusa
MAPEI
Material Design
Ordine degli Architetti di Siracusa
ANDIL
Costruire in Laterizio

Dome, è un progetto che vede gli studenti del Laboratorio di Progetto II della Facoltà di Architettura e gli allievi della Scuola Edile di Siracusa impegnati a realizzare in scala 1:1 un sistema abitativo low-tech. Archi, volte e cupole in laterizio sono gli elementi costruttivi con cui gli allievi sperimentano le potenzialità d’uso innovativo di materiali e tecnologie della tradizione.
All’interno di un percorso didattico finalizzato DOME è uno dei pochissimi esempi in Italia di attività didattica integrata, attività finalizzata ad una reale formazione professionalizzante. E’ in ragione di tale obiettivo che il progetto sperimenta le potenzialità di forme di didattica ‘non convenzionali’ al fine di far interagire gli studenti del Laboratorio di Progetto con condizioni operative ‘reali’, concrete, condizioni oggettive entro cui sviluppare l’azione progettuale: un luogo, una funzione, un budget, una tecnica costruttiva, un materiale, un committente. In questo percorso didattico l’apporto del mondo della produzione industriale (ANCE, Cassa Edile) e quello della formazione professionale (Scuola Edile, AION, Ordine degli Architetti) hanno rappresentato il naturale completamento di attività svolte per il primo semestre in aula e durante il secondo semestre in cantiere.
Un modello didattico efficace che ha aperto agli studenti le porte del mondo della professione attraverso il confronto con gli altri operatori del settore con i quali saranno chiamati a confrontarsi durante la loro vita professionale. Un modello sancito con un protocollo di intesa sottoscritto dall’Ente Scuola Edile con l’Ateneo di Catania, che ne ha affidato la responsabilità scientifica del prof. Luigi Alini.
La tecnica adottata per la costruzione di DOME si fonda sull’impiego del ‘compasso’, un metodo che l’architetto Fabrizio Carola impiega da oltre trent’anni in Africa ed in particolare nel Mali. Un metodo desunto dalle ‘antiche tecniche’ costruttive nubiane e dalle esperienze dell’architetto egiziano Hassan Fathy.
Questo cantiere didattico-sperimentale è anche un omaggio a Fabrizio Carola, “all’uomo della pietra” come lo chiamano i Dogon del Mali, l’uomo che ci ha mostrato col suo esempio la possibilità di ritrovare un più equilibrato rapporto tra architettura e luogo entro una visione in cui ricerca, formazione e professione non costituiscono più ambiti separati.
Gli allievi della Facoltà di architettura di Siracusa attraverso questa esperienza hanno sperimentato una forma di didattica integrativa fondata sul fare, sull’esperienza diretta connessa alla dimensione fattuale del ‘fare architetura’.
La dimensione costruttiva del progetto è incardinata all’interno di una azione governata dai principi dell’efficienza energetica fondata sull’impiego di sistemi di ventilazione passiva. L’efficienza dei sistemi costruttivi a volta è estesa anche alle performance strutturali del sistema che ben si adattano a contesti tipici delle aree mediterranee.
Questo progetto sperimentale che ha visto gli allievi della Facoltà collaborare con maestranze e professionisti provenienti dal mondo dell’impresa e della produzione industriale evoluta, chiude una prima fase di ricerca che a partire dal prossimo anno si avvarrà anche della collaborazione di ricercatori ed esperti del settore impegnati su ricerche analoghe presso altre università straniere, all’interno di un percorso di internazionalizzazione delle attività didattiche e di ricerca del Laboratorio di Progetto.

di Luigi Alini

Leggi anche:
Memorie di un architetto con il mal d’Africa

commenti ( 0 )

stampa

torna su